La Storia della Scarpa

La storia della scarpa 


Una necessità così importante per l’essere vivente che è mutata negli anni nella forma, che è stata il primo oggetto di distinzione sociale, che ha vissuto tutte le epoche e le civiltà, che è stata chiamata in diversi nomi pronunciati in diverse lingue, che ha avuto una storia tutta sua ha creato un arte nel tempo.  

   storia della scarpa                                          
Si dice che la scarpa sia vecchia almeno quanto l’uomo!

Preistoria

Già in epoca preistorica  si sentiva il bisogno di coprire e proteggere i piedi con pelli di animali e legno dando vita alle prime tipologie di calzature artigianali.          

La storia della scarpa tanto antica quanto lunga ha seguito passo passo il cammino dell’uomo verso la modernità.

La  vera storia della scarpa è un grande racconto di artigianalità.

Possiamo affermare con certezza che le prime corporazioni dei calzolai, chiamate “Caledhéri e Zavateri” erano veneziani del XII secolo; esse addirittura comprendevano categorie speciali di artigiani come quella dei “Solarii” che producevano esclusivamente  suole per scarpe e calze solate.

  
scarpa artigianale

Rivoluzione industriale 

L’avvento della rivoluzione industriale che fu un processo di evoluzione economica e industriale ha portato la società a mettere da parte il sistema agricolo-artigianale-commerciale delle calzature e concentrarsi su un sistema industriale moderno senza mai trascurare la cura nel dettaglio.

Anni 60'

Inizialmente l’Italia non era tra le “standing ovation” in merito allo style, ma dopo la seconda guerra mondiale fu lo stile italiano a dettare il passo con sandali più audaci e decolletè che iniziano a calzare le nuove tendenze.

Negli anni Sessanta inizia l’ascesa della moda italiana soprattutto nel campo della calzatura. Roma, Firenze e Milano cominciano una competizione per aggiudicarsi la corona di capitale della Moda, diffondendo nuovi trend. Così l’ Italia resta la regina della moda grazie a marchi e firme del Made in Italy che non hanno certo bisogno di presentazioni: da Valentino a Versace, da Ferrè ad Armani e terminare da Chanel a Ferragamo.

Al giorno d'oggi

Oggi possiamo dire che in Italia, le scarpe dopo essere state per secoli e secoli un prodotto esclusivamente artigianale vengono prodotte per la stragrande maggioranza su larghissima scala, con mille materiali diversi e con colori e forme di ogni tipo.

Certo, tutt'altra cosa rispetto alla lavorazione di una calzatura creata artigianalmente, per un prodotto di qualità che rende giustizia non solo ai nostri piedi ma soprattutto a una storia così ricca di significati e affascinante come quella della scarpa.

Ma possiamo sicuramente riconoscere come l’Italia a differenza di molti paesi nonostante lo sviluppo industriale sia ancora legata ai fattori di qualità artigianale, per quanto molte delle quali sono medio o piccole aziende che tengono più alla cura del prodotto.

 unnamed (9)
Questo ha fatto sì che non solo il Made in Italy sia riconosciuto come marchio di alta qualità, ma anche che molti dei Brand famosi e internazionali possano ingaggiare questa realtà come conto terzisti. 

MakersValley

Noi della MakersValley abbiamo scelto di sposare questa causa: riconoscere il Made in Italy come prodotto di qualità e aumentare il lavoro come conto terzi, non solo attraverso i grandi marchi ma anche per i neo fashion designer e per i neo imprenditori che vogliono fondare un marchio tutto loro. Abbiamo creato una piattaforma che permette a designer e store, che vogliono creare il proprio marchio, di connettersi con le imprese italiane .

Vuoi entrare nella più grande community di produttori del made in Italy

Registrati ora

 

Commenti